venerdì 6 novembre 2015

Mariano Ciarletta - Frammenti dell' anima - Aforismi ©










il pentimento è la radice del cuore
il senso di colpa, la corteccia dell’ anima,
insieme formano l’ equilibrio del peccato.







Ho accettato di soffrire per vivere.
Poiché, senza sofferenza,
non ci è concesso l’ apice della gioia.








Lo sguardo è come uno specchio
Rivela le nostre croci presentandoci la verità
attraverso lo squallido riflesso di noi stessi.









E’ nel silenzio che nasce e poi muore
Il pianto dell’ anima.






L’ invidia è il flagello dell’ umanità,
simile ad una corona di spine,
che, con le sue punte intrise di tetano,
avvelena i nervi del cuore e dell’ anima.

  





Cos’è un ricordo?
Per alcuni un  fotogramma di una vita,
per altri il tormento di parole mai dette.







Ci sono diversi tipi di tagli.
I tagli sulla pelle, i tagli nel lavoro, i tagli sugli scogli
e poi ci sono quelli che preferisco, i tagli del cuore e dell’ anima.


  




I bambini percorrono a piedi nudi il sentiero della vita
perché sconosciute son per loro le spine del passato
e le ortiche del futuro.


  



Assaporando all’ unisono i piaceri e i dispiaceri
della vita si apprende di essere umanamente fragili.





Attenzione

Gli aforismi sono di proprietà dell' autore Mariano Ciarletta ©

La pubblicazione frammenti dell' anima è sotto tutela della casa editrice Ermes.






Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali

Biografia autore.

Mariano Ciarletta è un giovane scrittore e poeta campano. Dal 2014 al 2016 pubblica tre racconti noir incentrati sul tema della possessione demoniaca (rami nel buio, ai bordi dell'abisso e the necklace). Parallelamente alla narrativa, Ciarletta coltiva anche la passione per il genere poetico pubblicando la foresta delle rose scarlatte (Plectica), tra miti e silenzi (Aracne editrice), Iridi (paguro edizioni) e come radice, anno 2017, (paguro edizioni). La poesia porta Ciarletta a classificarsi in svariati premi letterari come il premio Carmine Manzi (Accademia di Paestum), il premio siciliano Parnaso, Angelo la Vecchia, il premio campano Madonna dell'Arco, e il gran premio della poesia di Sestriere.