lunedì 2 maggio 2016

Il fenomeno Poetry Slam - Mariano Ciarletta.

Da finalista della poetry slam sputa il rospo voglio darvi alcune delucidazioni su questo modo innovativo ed originale di fare poesia, secondo me molto utile per farsi conoscere e confrontarsi con il pubblico. Lo slam è una gara poetica attraverso cui, scrittori di ogni età, competono a suon di versi per la vittoria. Ogni autore, generalmente, espone da tre ad un massimo di 10 poesie in diversi turni e alla fine di ciascun turno è il pubblico a dare una valutazione che parte da 0 per arrivare ad un massimo di 10. Sostanzialmente lo slam è dunque un' esibizione goliardica attraverso cui un poeta può comunicare direttamente con il pubblico facendo conoscere il suo mondo oltre che il suo modo di fare ed intendere la poesia. Ovviamente potrà capitarvi che non tutti apprezzino o riescano a comprendere pienamente il vostro messaggio e mi riferisco specialmente ai poeti "ermetici", ma ciò che conta è comunque cercare di lasciare qualcosa a chi vi ascolta e fare una sana competizione. Quindi, invito tutti i miei colleghi che ancora non hanno provato questo nuovo modo di "competere" attraverso la poesia a farlo immediatamente.

Vi allego qui di seguito il sito della lega ufficiale dello slam. Troverete tutte le informazioni
necessarie se interessati.



Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali

Biografia autore.

Mariano Ciarletta è un giovane scrittore e poeta campano. Dal 2014 al 2016 pubblica tre racconti noir incentrati sul tema della possessione demoniaca (rami nel buio, ai bordi dell'abisso e the necklace). Parallelamente alla narrativa, Ciarletta coltiva anche la passione per il genere poetico pubblicando la foresta delle rose scarlatte (Plectica), tra miti e silenzi (Aracne editrice), Iridi (paguro edizioni) e come radice, anno 2017, (paguro edizioni). La poesia porta Ciarletta a classificarsi in svariati premi letterari come il premio Carmine Manzi (Accademia di Paestum), il premio siciliano Parnaso, Angelo la Vecchia, il premio campano Madonna dell'Arco, e il gran premio della poesia di Sestriere.