martedì 27 settembre 2016

Mariano Ciarletta - Hollywood sul Tevere - Isola Tiberina.




Alcuni scatti dell' intervista all'isola del cinema

Hollywood sul Tevere - Roma 2016

Mariano Ciarletta.

Poesia in Tandem, l’appuntamento letterario alla Terrazza Aperol Spritz all’Isola del Cinema, Isola Tiberina e organizzato da Elisir di Parole, ha visto protagonisti due poeti pluripremiati, tra le migliori voci poetiche contemporanee. Si tratta di Maria Teresa Laudenzi con il suo “Variazioni” (Montedit Editore) che, tra gli altri, si è aggiudicato il secondo premio alla XX Edizione del Premio Letterario Internazionale Jacques Prévert, e del salernitano Mariano Ciarletta, che a soli ventiquattro anni ha collezionato una lunga serie di premi e riconoscimenti, tra i quali la nomina a Barone, dal Principe Cammarano Zampeschi. Due diversi stili a confronto quelli di Maria Teresa Laudenzi e di Mariano Ciarletta, che hanno raccolto nei loro rispettivi libri poesie assai musicali, suggestive, evocative. Diversi gli stili, perché diverse le persone, le anime, le penne. La poesia di Anna Maria è più immediata, secca, sintesi estrema di situazioni e sentimenti, talvolta diventa haiku, ovvero quel componimento poetico di stile giapponese, estremamente stringato, spesso ispirato da elementi naturali, un momento di bellezza o un’esperienza emozionante. La poesia di Mariano è invece più lirica, più classica, ricercata e anch’essa meravigliosa. Anche qui c’è una musicalità che incanta e resta nel cuore anche dopo aver chiuso il libro. L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale Elisir di Parole e condotta da Manuela Minelli. Un’occasione prelibata per tutti gli amanti della Grande Poesia, da gustare tra uno Spritz e un cocktail, sull’argine del Tevere, con la possibilità di scambiare due chiacchiere con due grandi della Poesia Italiana.
Manuela Minelli

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali

Biografia autore.

Mariano Ciarletta è un giovane scrittore e poeta campano. Dal 2014 al 2016 pubblica tre racconti noir incentrati sul tema della possessione demoniaca (rami nel buio, ai bordi dell'abisso e the necklace). Parallelamente alla narrativa, Ciarletta coltiva anche la passione per il genere poetico pubblicando la foresta delle rose scarlatte (Plectica), tra miti e silenzi (Aracne editrice), Iridi (paguro edizioni) e come radice, anno 2017, (paguro edizioni). La poesia porta Ciarletta a classificarsi in svariati premi letterari come il premio Carmine Manzi (Accademia di Paestum), il premio siciliano Parnaso, Angelo la Vecchia, il premio campano Madonna dell'Arco, e il gran premio della poesia di Sestriere.